Il ritorno dalle vacanze vi è sembrato pesante? Lo è anche per i vostri figli. Ecco 3 consigli per ripartire insieme e al meglio.

Le vacanze dovrebbero essere un momento utile per staccare, rallentare e godersi le festività. Molto spesso invece questi giorni sono pieni di impegni e preparativi. Cogliamo l’occasione di questo tempo ‘libero’ per fare quello che rimandiamo da tempo.

E’ possibile quindi che al ritorno dalle ‘vacanze’ siamo più stanchi di quando abbiamo lasciato. Questo può succedere ai genitori così come ai figli. Per quest’ultimi, abituati ormai ad uno stile di vita scandito da feste e svago e non più da sveglie e compiti, può essere davvero difficile ripartire.

La Mindfulness ci viene in soccorso per non vivere questo momento come qualcosa di traumatico ma anzi per accogliere questo cambiamento e assaporarlo in tutte le sue parti. 

Ecco 3 consigli per ripartire al meglio.

  1. Svegliatevi 10 minuti prima al mattino

So che questo può sembrarvi un controsenso. La verità però è che se svegliarsi presto è già abbastanza duro, non saranno 10 minuti in meno a cambiarvi qualcosa. Questo tempo guadagnato lo potrete invece utilizzare per evitare le corse, la fatica e soprattutto per iniziare la giornata in modo più lento e consapevole. Partire al mattino già in ritardo o partire con un margine di tempo, farà la differenza nel mindset per affrontare tutta la seguente giornata. Per voi e per i vostri figli.

2.  Focalizzatevi su cosa vi fa stare bene

Insegnate a voi stessi e ai vostri figli l’attenzione verso le risposte che il corpo ci dà.

La Mindfulness ci allena a prestare attenzione a quelle che sono le risposte del nostro corpo e della nostra mente davanti a determinati stimoli. Ci aiuta ad uscire dagli automatismi dati dall’abitudine, dal luogo e dal tempo dove ci troviamo.

Ad esempio, se la pausa caffè vi aiuta a staccare la spina e a stare meglio, fatelo pure. Se vi accorgete che il caffè vi agita e non procura effetti positivi su di voi, provate a fare qualcos’altro. Ognuno di noi ha un attività prediletta, focalizziamoci su questa e facciamolo con tutta la nostra intenzione. Così facendo, trasformeremo un semplice momento in una pratica informale, con tutti i benefici che questa comporta. Provate a prendere questa attività come una vera e propria scoperta di voi stessi e dei vostri figli.

  1. Trovate la vostra pratica di Mindfulness       

 E’ importante coltivare la consapevolezza ogni giorno. Il tempo ‘’ non si trova’’ ma si sceglie di trovarlo.  Se aspettiamo che durante la nostra giornata si liberino 10 minuti per fare una pratica di Mindfulness, difficilmente riusciremo a farlo. Meglio organizzarsi e scegliere in anticipo in che momento posso dedicarmi 10 minuti. Potete anche coinvolgere, con gentilezza e senza mai forzare, i vostri figli a praticare insieme. Per aiutarsi durante questo percorso e alimentare la vostra pratica può essere anche utile seguire un corso di Mindfulness nella vostra città. Se vivete a Milano, Roma, SaronnoLugano o in città vicine potete dare uno sguardo ai corsi in partenza.

Come vedete sono tutti consigli molto semplici e questo può portare a sottovalutare il loro valore. Ma è proprio la ripetizione, la costanza e l’attenzione a questi singoli gesti che ci danno la chiave per ripartire con consapevolezza e apertura.

Non importa se siete tornati ieri a lavoro o se sono passate già delle settimane, non è mai tardi per ricominciare quindi:

Buon inizio a tutti!