In questi giorni abbiamo sentito, letto e probabilmente contribuito ad alimentare, un fiume infinito di parole.

Eppure alcune sono emerse e stanno sempre più emergendo in modo chiaro e forte, rispetto alle tante, con tutto il loro valore e il loro potenziale.

Parole che possono ispirarci e aiutarci a vivere un presente difficile, spesso drammatico e doloroso, ma anche ad affrontare con uno spirito e un’energia nuova il futuro che ci attende. A capire meglio quello che siamo, che vogliamo e possiamo essere, sia a livello individuale che collettivo.

Consapevolezza, intesa come capacità di essere pienamente e intenzionalmente presenti e attenti a ciò che succede dentro e fuori di noi, alla nostra esperienza fatta di sensazioni fisiche, pensieri ed emozioni.

Premessa e presupposto per:

  • poter stare con quello che c’è, anche con tutto ciò che in questo momento genera dolore e sofferenza, può essere fonte di ansia e preoccupazione
  • accogliere e accettare quello che non possiamo controllare
  • rimanere lucidi e stabili di fronte a tanta incertezza e precarietà
  • rafforzare qualità importanti quali la calma, la pazienza, la fiducia, l’equilibrio

Responsabilità, intesa come capacità di avere chiaro ciò che dipende e rientra nella propria specifica area di azione.

Premessa e presupposto per:

  • interiorizzare, a tutti i livelli, il valore dell’interconnessione e dell’interdipendenza
  • comprendere e condividere le priorità vere, non solo in un’ottica “ego” ma “eco”
  • valutare appieno le conseguenze delle proprie azioni
  • mettere in atto comportamenti a livello individuale e collettivo, coerenti ed efficaci rispetto all’evolversi, spesso imprevedibile e mutevole, degli eventi

Autenticità, intesa come capacità di coltivare gentilezza e compassione verso se stessi e verso gli altri.

Premessa e presupposto per:

  • accogliere e vivere l’avversità, lo spiacevole, le tante e diverse emozioni che in questo periodo stiamo provando
  • riconoscere le proprie qualità, ma anche i propri limiti e le proprie fragilità
  • favorire relazioni personali, sociali e lavorative che possono nutrirsi di lealtà, correttezza e trasparenza
  • vivere con pienezza, in modo libero e maturo anche in condizioni difficili

Innovazione,intesa innanzitutto come capacità individuale e collettiva di adattamento continuo, forma di agilità e duttilità mentale.

Premessa e presupposto per:

  • sviluppare forme nuove di resilienza anche di fronte a situazioni avverse
  • non rimanere prigioniero di schemi, modelli o copioni del passato non più efficaci
  • ripensare il proprio stile di vita, gli spazi e il tempo, i rapporti con le persone care, il lavoro, le forme di interazione e collaborazione con la propria organizzazione, i colleghi, i collaboratori, i clienti
  • immaginare nuove soluzioni valorizzando la competenza, la passione e l’energia propria e degli altri

Se colte nella loro essenza, CONSAPEVOLEZZA, RESPONSABILITA’, AUTENTICITA’ e INNOVAZIONE non sono solo parole ma “pilastri di una possibile nuova cultura”, di un nuovo modo di essere, di sentire, di pensare, di vivere e di lavorare.

Ognuno di noi, nella sua realtà e nel rispetto della sua unicità, è chiamato a declinarle, a tradurle in gesti, azioni, atteggiamenti e comportamenti concreti, a partire dalla situazione e nella situazione in cui oggi ci troviamo.

Sono qualità umane trasversali che tutti abbiamo come dotazione naturale, che, oggi ancor di più, possono esserci utili a livello individuale e collettivo.

La Mindfulness ci aiuta a coltivarle e ad allenarle.

Per questo rappresenta una risorsa preziosa per le Persone e per le Organizzazioni, anche e soprattutto in momenti come questo.

L’esperienza terribile che stiamo vivendo può essere per tutti, a tutti i livelli (personale, familiare, lavorativo, politico, istituzionale, scientifico, sociale, economico, culturale) una grande opportunità.

Un grande banco di prova, per metterci in gioco e per migliorarci, come individui, come Paese, come Comunità Internazionale e come genere umano.